Solo gli stolti hanno risposte certe, gli altri hanno dubbi e domande.  Coloro invece che riservano poca stima per gli altri, ne possiedono ancora meno verso di Sé!
Solo gli stolti hanno risposte certe, gli altri hanno dubbi e domande.  Coloro invece che riservano poca stima per gli altri, ne possiedono ancora meno verso di Sé!
ROBERTO CORTELLI presenta la "TRILOGIA del MOVIMENTO"
ROBERTO CORTELLI       presenta la       "TRILOGIA   del MOVIMENTO" 
Carrello

Immergi la Tua Coscienza nel Conoscere attraverso i libri e              sperimenta, poi ... condividi TUTTO!

ROBERTO CORTELLI è curioso verso ogni forma LIBERA che supporta e sostiene il miglioramento della qualità della VITA. “Il Mio Continuo Divenire” è un viaggio all'interno del Sé più profondo ed intimo. Un'esperienza attraverso la quale migliorarsi e crescere nella consapevolezza. Tecniche, strumenti e riflessioni che hanno accompagnato ed accompagnano il mio vivere quotidiano. È un insieme di passione, conoscenze, domande, riflessioni e proposte. È un manuale, un saggio, un ricordo alla gioia di essere padre. È il mio gesto d’AMORE e di ringraziamento alla VITA! Nella cui sperimentazione intendo per LIBERA, quanto e quando ciò in cui si crede, si professa e si sostiene rende LIBERO SE STESSO e gli ALTRI di fare altrettanto. LA MIA LIBERTÀ SI ESAURISCE DOVE INIZIA LA TUA! Per miglioramento intendo il necessario all'essere umano per sostenersi e crescere nell'equilibrio, nel rispetto di qualsiasi forma di vita e di pensiero, nella consapevolezza che siamo di passaggio. Che abbiamo questo Meraviglioso Mondo in prestito dalle generazioni future, sulla fiducia e quindi abbiamo l’obbligo di riconsegnarlo almeno così come lo abbiamo ricevuto. Voglio Augurarmi anche meglio. Possediamo solo la nostra INTENZIONE e la conseguente ESPERIENZA, Tutto il resto, è materiale … … è comunque transitorio. Per QUALITÀ DELLA VITA intendo infine, ogni strumento COERENTE e CONGRUENTE che la millenaria esperienza umana conosce e contempla all'interno delle differenti filosofie, religioni, culture, scoperte ed evidenze scientifiche, conoscenze della medicina occidentale ed orientale in un’informazione libera da interessi coinvolti nella divulgazione della stessa, aventi INSIEME l’UNICO SCOPO di rendere sostenibile a lungo termine LA COESISTENZA EQUA, COOPERANTE e SAGGIA, con l'immenso patrimonio UNIVERSALE regalato di diritto alla nascita di ogni bambino come naturale conseguenza di un gesto d'AMORE. Ciò che è materiale è uno strumento da utilizzare al meglio delle nostre capacità e restituire alla fine di questo viaggio chiamato vita. Gli strumenti non hanno propri pensieri, sentimenti, emozioni, ricordi. Si usano, servono per aiutare a vivere meglio, tutti: acquisiscono l'intenzione di chi li utilizza. Quindi, non è la pistola ad uccidere ma il pensiero di costruirla, non è la crescita (inevitabilmente decrescita altrove) ma l'equilibrio equo, non è il mio o il tuo: È IL NOSTRO. Ora riprendiamo a pensare a NOI e non esclusivamente all’“IO”, siamo solo un battito d’ali di farfalla, qui e ora, prima e dopo la vita continua, lasciamo un buon ricordo del nostro passaggio; questo persegue il mio lavoro.

 

Video Kontatto Italia su YouTube: Video Kontatto Italia - Bologna Kontatto Cafè

Partecipazione alla Trasmissione Televisiva

LE CANTINE DI PLATONE su DI-TV

1ª Puntata - 2ª Puntata - 3ª Puntata 

4ª Puntata - 5ª Puntata

Puntata BdiBlu del 5 Gennaio '17 con Silvia Minguzzi e Letizia Valletta Casadei

TRILOGIA del MOVIMENTO (TEMPO)

Perché è nata.

E’ nata, di fatto, al momento in cui ho saputo di diventare Padre. E’ nata dall’esigenza (che ha alimentato ed alimenta tuttora) di ricercare una forza motivante nel concepire soluzioni differenti da quelle che “osservo” nella maggior parte dei casi, nei contesti più diversi in quel mondo dove sperimento il tempo regalatomi. E’ nata dalla persistente incongruenza nonché la più palese ipocrisia che l’essere umano produce nel manipolare il MESSAGGIO a favore del MESSAGGERO.  E’ nata dalla volontà di ricercare e trasmettere opportunità più ampie, ecologiche e sostenibili a chi verrà dopo di me. Ed in ultimo, dal rispetto verso quel meraviglioso DONO che ci è stato fatto con l’atto di ESSERE VITA!

Perché 3 libri.

Perché siamo condizionati da ciò che definiamo “tempo” (in realtà eterno movimento nel solo PRESENTE), da quello che definiamo Passato, dal Presente e da ciò che tentiamo di anticipare senza mai riuscirci: il Futuro.

Quindi, la mia trilogia parte da questa errata interpretazione di base in cui “IL MIO CONTINUO DIVENIRE” si associa al Passato, “OMNIVERSO” al Presente e “SCUSATE …” al Futuro (che è già Presente … … nei figli di TUTTI gli Esseri Umani), per percorrere sentieri sconosciuti dalla maggior parte dei nostri simili, sentieri che integrano anziché dividere. Un’Integrazione capace di approfondire ciò che SIAMO e perché SIAMO qui, adesso. E secondo me ovviamente, cosa saremo!

Una trilogia nella quale il filo conduttore comune è l’AMORE per la VITA a cui partecipo, è l’AMORE per la VITA in cui sono stato partecipe, è l’AMORE per la VITA che continuerà dopo che questa esperienza terrena avrà terminato il proprio viaggio.

Di cosa tratta.

Della VITA, dell’AMORE, del condizionamento inevitabile (se non codificato/consapevole) della Comunicazione con il Sé, con i propri simili (TUTTI gli esseri UMANI e VIVENTI) ed il mondo in cui viviamo. Delle bugie raccontate, delle parziali verità scoperte (tra l’altro alcune delle fonti a cui mi sono inspirato nelle mie ricerche, nel 2015 hanno visto assegnatogli il Premio Nobel per Alimentazione e la Chimica). Delle false illusioni, del DELEGARE la propria esistenza in cambio di pochi spiccioli, di strumenti sempre meno utili che rendono schiavo l’essere in-umano rendendolo succube della paura e dell’attaccamento. Dell’Ego, dell’IO, ma soprattutto parla del NOI: INSIEME!

Come lo fa.

Attraverso l’esperienza in prima persona. Osservando i fatti, i risultati, le interazioni a breve ed a lungo termine e, meno di tutto le parole. Da qualsiasi pulpito arrivino. Non è verità se questa diviene strumentale ad un interesse. Quello che ho scritto l’ho vissuto, l’ho ricercato, l’ho tradotto, l’ho pagato sulla mia pelle e forse anche su quella di Jacopo (posso chiedergli scusa per questo, sebbene non lo cambierei), l’ho chiesto ed infine l’ho ottenuto. Ed è il solo modo che conosco per rendere grazie all’UNIVERSO per ESSERE VIVO. Auguro a tutti Voi la Miglior Vita possibile. 

3° Edizione

 

ROBERTO CORTELLI vi presenta la TERZA EDIZIONE:

IL MIO CONTINUO DIVENIRE” ISBN 978-88-90755-45-3

. . . e l'Ebook contenente i link a fonti ed approfondimenti di quanto trattato.

Puoi richiederlo inviando copia dell'acquisto del libro o del versamento a:

GLI AMICI DI GIÒ” o richiedere la copia cartacea + ebook direttamente

a: roberto@robertocortelli.it

Ti regalo le prime pagine a questo Link: http://Il_Mio_Continuo_Divenire 

2° Edizione

Del mio secondo lavoro: "OMNIVERSO" L’Ottavo Senso - L’Infinito

ISBN 978-88-90755-48-4

. . . e come sempre e l'Ebook contenente i link a fonti ed approfondimenti di quanto trattato.

OMNIVERSO - TUTTO E' nell'UNO, UNO E' nel TUTTO”! È un viaggio ologrammico che osserva l'Essere Umano nei diversi Universi. Un’ esplorazione delle caratteristiche Umane attraverso nuovi paradigmi, nuove osservazioni e soprattutto nuove domande, le quali aprono l'opportunità di eliminare il rischio Estinzione elevando l'UOMO all'EVOLUZIONE nell'UNICITA' CONSAPEVOLE. È un indagine alla ricerca di esperienze e risposte che eliminano il concetto di Guerra, di Violenza, di Conflitto ... mentre eleva come UNICO, il concetto di AMORE INCONDIZIONATO.

Puoi richiederlo direttamente a: roberto@robertocortelli.it

"SCUSATE"...

ISBN 978-88-90755-41-5 Richiedi l'ebook, per Te è Gratis!

 

ATTENZIONE: QUESTO LIBRO PUÒ PRODURRE CONSAPEVOLEZZA.

Evitarne la lettura se Facebook, Twitter o Instagram dipendenti. Può nuocere gravemente a soggetti TV-dipendenti da programmi di intrattenimento e Reality Show quali: Isola dei Famosi, Grande Fratello, La Pupa e il Secchione, La Talpa, Cambio Moglie, La Fattoria, SOS Tata ed altri. Produce effetti collaterali indesiderati su persone ancora convinte della buonafede di uomini politici, mezzi di comunicazione, istituzioni religiose e Medicina.

Sconsigliato alle donne in stato di gravidanza ed a minori di anni 12, soprattutto se in presenza di ambienti familiari nei quali siano inesistenti valori etici e persistano convinzioni egoistiche sull’ “IO”. Può produrre reazioni allergiche, anche gravi, ove siano presenti chiare evidenze di totale delega del proprio Libero arbitrio.

Puoi richiederlo direttamente a: roberto@robertocortelli.it

CHI SONO

Grazie ad una curiosità esponenziale Roberto Cortelli ha partecipato ad esperienze formative con LEADER di riferimento in differenti ambiti formativi. Tra questi: Bruce Lipton, Anthony Robbins, Robert Cialdini, Ross Jeffries, Gregg Braden, Robert M. Williams, Tania Bianchi, Silvia Minguzzi, Andrea Magnani, Carlo Cannistraro ed altri ancora. Mi piace immergermi nelle letture dei suddetti formatori e spaziare in altri “mondi” con le letture di: John Gray, Richard Bach, René Egli, Daniel Goleman, Glenn Doman, Richard Bandler, Richard Bartlett, Dalai Lama, Deepak Chopra, Carlos Castaneda, T.Colin Campbell, Charlotte Gerson, Kary Mullis, Jean-Philippe Brébion, Marco Ferrini, Lester R. Brown,  Robert Lanza, Jiddu Krishnamurti ed innumerevoli altri esploratori delle emozioni ed esperienze umane.

22,50
+ € 3 di spese di spedizione
relativi ad una copia
Aggiungi al carrello

“Il Mio Continuo Divenire” libro + EBook

Vuoi acquistare direttamente il libro e ricevere la versione digitale con i link di approfondimento alle fonti trattate.

Invia Bonifico Bancario a: Roberto Cortelli

IBAN IT03B0888336670028000280405

indicando nella causale del versamento “Il Mio Continuo Divenire”.

Allega la contabile del bonifico insieme ai riferimenti postali relativi al destinatario ed invia per mail a: roberto.cortelli@alice.it

 

Mostra >>


“Il Mio Continuo Divenire” libro + EBook

22,50 + € 3 di spese di spedizione
relativi ad una copia

Vuoi acquistare direttamente il libro e ricevere la versione digitale con i link di approfondimento alle fonti trattate.

Invia Bonifico Bancario a: Roberto Cortelli

IBAN IT03B0888336670028000280405

indicando nella causale del versamento “Il Mio Continuo Divenire”.

Allega la contabile del bonifico insieme ai riferimenti postali relativi al destinatario ed invia per mail a: roberto.cortelli@alice.it

 


Mostra >>


Utenti che hanno visitato questo sito prima di Te!

Dati relativi alla permanenenza nel sito da parte dei visitatori

GRAZIE a Voi ed al Vostro CUORE!

Un ringraziamento molto particolare a coloro i quali attraverso un proprio contributo economico hanno reso possibile il concretizzarsi di questo progetto: Lucia Ferioli, Angelo Cortelli, Cosimo Damiano Gigante, Mario Ferraresi, Oliver Faldini, Katiuscia Sponsano, Giuliano Cortelli, Romana Giacobazzi, Francesca e Davide Lazzerini, Maria Di Bari, William Sabattini, Marco Ascari, Massimiliano Canepa, Francesco Bardi, Massimo Costantini, Larry Key, Loretta Carrari, Paolo Di Fiore, Maria Turzi, Lorenzo Bombaci, Ermes Bonzagni, Alessandra Pozzi, Andrea Luppi, Daniele Lei, Mara Ferioli, Marisa Mazzoni, Antonio Sena, Alessandra Della Fonte, Filomena D'Agostino, Vilma Nati, Orietta Mezzadri. Un speciale GRAZIE alla competenza e consulenza editoriale di, Franco Pilon e Giorgio Sangiorgi.



We Love You - Ronny Edry in Italiano
Videomessaggio postato su Facebook da Ronny Edry, esprime la volontà del popolo Israeliano a vivere in pace con il popolo Iraniano. Condiviso da migliaia di persone.
Fatelo girare, Buona VITA a Tutti
We Love You - Ronny Edry in Italiano.mp4
File video/audio MP4 [19.7 MB]

Cosa Penso?

Solo gli stolti hanno risposte certe,

gli altri hanno dubbi e domande. 

Coloro invece che riservano poca stima per gli altri,

ne possiedono ancora meno verso di Se'!

Ecco cosa Penso!

Personalmente non sono né contro né a favore, ne emozionato ne indifferente; la mia domanda è: …la Storia si ripete? Perché come diceva Tiziano Terzani: “O si CAMBIA o si ripete!”.

Rinnovamento o mantenimento dello Status Quo? Saranno i fatti e non le parole, per quelle hanno oltre 2.000 anni di marketing in cui la Chiesa si è specializzata a gestire menti troppo spesso in delega. Il mio pensiero è che solo i risultati possono parlare di svolta o conservazione nella Chiesa a seguito di questo nuovo Papa. Importante è smettere di credere solo alle “favole” di chi ha in cassa un patrimonio di circa 5 miliardi di euro, e distrae allo Stato Italiano circa 12 miliardi di euro l’anno per effetto del concordato e 8/mille, come rivela lo studio di Piergiorgio Odifreddi!

Caro nuovo Papa, cominci con l’estromettere dalla Chiesa chiunque si è macchiato di pedofilia, riciclaggio (ricordo che lo IOR è l’unico Istituto a non aderire completamente alle leggi antiriciclaggio), abuso sessuale, copertura di crimini di vario genere, favoreggiamento, etc.. Consegni come semplici uomini, quali sono, ai tribunali civili, invece di nasconderli dietro l’immunità che la Chiesa dispone. È del 2005 il libro “L'Isola del Silenzio” di Horacio Verbitsky. Il ruolo della Chiesa nella dittatura argentina, nel quale Verbitsky, raccogliendo le testimonianze di sopravvissuti e parenti dei desaparecidos (dal 1976 al 1983 oltre 30.000 persone), ricostruisce la storia del campo di concentramento in una delle isole del Rio Tigre, chiamata El Silencio. L'inchiesta di Verbitsky mette in evidenza i retroscena dei rapporti tra la dittatura argentina e le gerarchie ecclesiastiche, chiamando in causa alcune figure di spicco del Vaticano, come il nunzio apostolico Pio Laghi, papa Paolo VI e Jorge Mario Bergoglio, futuro Papa Francesco (dal 1958 novizio nella Compagnia di Gesù), che allora (dal 1973 al 1979) era rettore della Facoltà di teologia e filosofia a San Miguel. Nel 1979 partecipa al vertice della CELAM (Consiglio Episcopale Latino-Americano) a Puebla ed è fra coloro che si oppongono decisamente alla teologia della liberazione, sostenendo la necessità che il continente latino-americano faccia i conti con la propria tradizione culturale e religiosa.

WWW.ENERGIAPERLITALIA.IT

Lettera al Governo

Conferenza Nazionale sul Cambiamento Climatico

Caro Presidente,

Siamo un gruppo di docenti e ricercatori dell’Università e dei Centri di ricerca di Bologna che sentono il dovere di dare un contributo, attraverso la condivisione di conoscenze e informazioni scientificamente corrette, per superare le difficoltà poste dal cambiamento climatico nel nostro Paese.

Per questo motivo abbiamo deciso di lanciare attraverso il sito energiaperlitalia un appello al suo Governo affinché i problemi dovuti al cambiamento climatico vengano urgentemente discussi in una Conferenza Nazionale al fine di mettere in atto appropriati interventi di mitigazione e di adattamento.

Dopo mesi di siccità, temperature ben più alte della media stagionale, ghiacciai che si sciolgono, foreste che vanno in fumo, chi può dubitare che il cambiamento climatico sia già oggi un problema che colpisce duramente l’Italia? Il nostro Paese, collocato in mezzo al Mediterraneo, è uno dei punti più critici del pianeta in termini di cambiamento climatico, fenomeno globale dovuto principalmente alle emissioni di gas serra causate dalle attività umane. Lultimo rapporto dellIPCC (Intergovernamental Panel on Climate Change) prevede un aumento in frequenza ed intensità degli eventi estremi e incrementi della temperatura media per fine secolo ben superiori al valore di 2°C, obiettivo degli accordi di Parigi.

Non è certo da oggi che si parla di cambiamento climatico in atto nel nostro Paese, ma solo un governo, nell’ormai lontano 2007, ha pensato di dedicare a questo tema strategico una Conferenza Nazionale. Da allora la situazione è molto peggiorata ma, paradossalmente, si fa sempre meno per porvi rimedio. Eppure non c’è settore economico e sociale che non sia colpito (se non addirittura sconvolto) dal cambiamento climatico: l’agricoltura, fortemente danneggiata dalla siccità; la sanità, che deve far fronte agli effetti diretti (canicola, inquinamento atmosferico) e indiretti (nuovi vettori di malattie) che mettono in pericolo la salute della popolazione; il turismo invernale, che non può più contare sulla neve naturale, e quello estivo, danneggiato dalla erosione delle spiagge; il territorio, degradato da disastri idrogeologici (frane, alluvioni) che hanno forti conseguenze sulla abitabilità e sulla viabilità; gli ecosistemi, devastati dal cambiamento climatico; le città che, come Roma, hanno gravi difficoltà di approvvigionamento idrico.

In altri paesi c’è una forte presa di coscienza sul problema del cambiamento climatico. Ad esempio in Germania un recente sondaggio pre-elettorale ha mostrato che circa il 71% degli interpellati è preoccupato dal cambiamento climatico più che dalla possibilità che si verifichino nuovi attacchi terroristici (63%). In Francia, la notizia che le risorse prodotte dal pianeta nell’intero anno sono già state tutte consumate prima del 2 agosto (Earth overshoot day) è stata riportata in prima pagina da Le Monde e commentata in un lungo video dal ministro della Transition écologique et solidaire, Nicolas Hulot.

Come da molto tempo affermano gli scienziati e come è stato unanimemente riconosciuto nella Conferenza di Parigi del 2015, il cambiamento climatico è principalmente causato dall’uso dei combustibili fossili che producono anidride carbonica e altri gas serra. In Italia, in media ogni persona ogni anno provoca l’emissione di gas serra per una quantità equivalente a sette tonnellate di anidride carbonica.

Gran parte di queste emissioni non possono essere addebitate direttamente ai singoli cittadini poiché sono l’inevitabile conseguenza di decisioni politico-amministrative errate, a vari livelli. Ad esempio: le scelte urbanistiche (uso del territorio e localizzazione dei servizi) da parte dei comuni e delle regioni; le decisioni prese in tema di mobilità locale, regionale e nazionale che, direttamente o indirettamente, favoriscono l’uso dell’auto; gli incentivi, diretti ed indiretti, alla ricerca, estrazione, trasporto (spesso da  regioni molto remote) e commercio dei combustibili fossili; la costruzione di infrastrutture superflue o addirittura inutili (autostrade, gasdotti, supermercati); la mancanza di una politica che imponga o almeno privilegi il trasporto merci su rotaia; le limitazioni e gli ostacoli burocratici che frenano lo sviluppo delle energie rinnovabili; gli incentivi alla produzione e consumo di carne; la mancanza di una politica culturale che incoraggi la riduzione dei consumi e l’eliminazione degli sprechi.

Nel nostro Paese sembra che molti settori della politica, dell’economia e dell’informazione abbiano gli occhi rivolti al passato e siano quindi incapaci di capire che oggi siamo di fronte a problemi ineludibili con cui è necessario e urgente confrontarsi: le risorse del pianeta sono limitate e limitato è anche lo spazio in cui collocare i rifiuti, l’uso dei combustibili fossili va rapidamente abbandonato e altrettanto rapidamente è necessario sviluppare le energie rinnovabili.

Se non si tengono ferme queste realtà, si finisce per procedere con decisioni scollegate e perfino contrastanti che non portano ad alcun risultato. Ad esempio, si afferma di voler diminuire l’inquinamento e le emissioni di anidride carbonica e poi ci si rallegra perché aumenta il PIL grazie alle vendite di un numero di automobili maggiore del previsto. Si fanno convegni sull’economia circolare e sulla sostenibilità ecologica e sociale, ma si continuano a progettare discariche e inceneritori, si chiudono le fabbriche di autobus e si incoraggia la produzione di SUV lussuosi e potenti, vere icone del consumismo e delle disuguaglianze cha a parole tutti dicono di voler combattere. Ci si ostina ad estrarre dal nostro suolo e dai nostri mari quantità marginali di combustibili fossili con l’impiego di un numero sempre minore di persone e si frena lo sviluppo delle energie rinnovabili capaci di portare molta occupazione nel settore manifatturiero. Se puntassimo seriamente sulla messa in atto di una politica di mitigazione e adattamento climatico avremmo grandi benefici: aumento dell’occupazione, minori costi per emergenze e calamità naturali, minori spese sanitarie e un miglioramento nella bilancia commerciale (minori importazioni di combustibili fossili).

Nella Strategia Energetica Nazionale e nei piani di sviluppo dell’ENI si parla della necessità di passare dall’uso dei combustibili fossili a quello delle energie rinnovabili, ma questa transizione è collocata in un futuro non ben definito e comunque lontano, che sarà possibile raggiungere, si dice, solo aumentando il consumo di metano. Si parla anche della necessità di sviluppare la produzione di biocombustibili, ignorando che nel settore dei trasporti si va verso un mondo “elettrico” perché l’efficienza di conversione dei fotoni del sole tramite la filiera che dal fotovoltaico porta alle auto elettriche è almeno 50 volte maggiore dell’efficienza della filiera basata sulla produzione e uso di biocombustibili. Nel frattempo, mentre Volkswagen adotta lo slogan “Think New” e lancia auto e miniautobus elettrici, osserviamo increduli che quella che era la “nostra” grande industria automobilistica (FCA) si ostina a produrre automobili tradizionali che fra non molti anni saranno fuori mercato.

Bisogna anche rendersi conto che la transizione dall’uso dei combustibili fossili a quello delle energie rinnovabili, pur essendo una condizione necessaria, non è di per sé sufficiente per mitigare il cambiamento climatico e tanto meno per costruire un futuro sostenibile. È indispensabile anche ridurre il consumo di energia e di ogni altra risorsa, particolarmente nei paesi sviluppati come il nostro dove regna lo spreco. Attualmente, un cittadino europeo usa in media 6.000 watt di potenza, mentre negli anni ’60 la potenza pro capite usata in Europa era di 2000 watt per persona, corrispondenti ad una quantità di energia sufficiente per soddisfare tutte le necessità. La Svizzera nel maggio scorso ha approvato con un referendum un piano energetico per ridurre i consumi pro capite da 6000 watt attuali a 2000 watt entro il 2050. Ci piaccia o no, anche noi saremo chiamati a mettere in atto misure di questo tipo. È anche importante capire che la riduzione dei consumi non può essere basata solo su un aumento di efficienza delle “cose” che usiamo (automobili, condizionatori, lampade ecc.), perché in tal caso può verificarsi l’effetto rebound (rimbalzo): una persona quando risparmia denaro per l’aumento di efficienza delle cose che usa è portata a spendere quel risparmio in altri modi, causando ulteriori consumi. Prima di puntare su aumenti di efficienza delle “cose” che usiamo, è necessario diffondere una cultura della sufficienza per far sì che le persone diventino consapevoli dei vantaggi di vivere in un modo sobrio, riducendo l’uso delle “cose” stesse. La sobrietà è uno degli elementi fondamentali per il successo di adeguate politiche di mitigazione e adattamento climatico.

Chiediamo ai colleghi delle Università e Centri di ricerca italiani e a tutti i cittadini che condividono quanto sopra riportato di firmare questo appello sul sito energiaperlitalia per stimolare il Governo ad organizzare una Conferenza Nazionale sul cambiamento climatico e a mettere in atto i provvedimenti necessari.

 

Il Comitato Promotore

 

Vincenzo Balzani (coordinatore), Dipartimento di Chimica “G. Ciamician”, Università

Nicola Armaroli, Istituto ISOF-CNR

Alberto Bellini, Dipartimento di Ingegneria dell’Energia Elettrica e dell’Informazione “Guglielmo Marconi”, Università

Giacomo Bergamini, Dipartimento di Chimica “G. Ciamician”, Università

Enrico Bonatti, Columbia University, Lamont Earth Observatory, ISMAR-CNR

Alessandra Bonoli, Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, dell’Ambiente e dei Materiali, Università

Carlo Cacciamani, Dipartimento della Protezione Civile Nazionale

Romano Camassi, INGV

Sergio Castellari, CMCC e INGV

Daniela Cavalcoli, Dipartimento di Fisica ed Astronomia, Università

Marco Cervino, ISAC-CNR

Maria Cristina Facchini, ISAC-CNR

Sandro Fuzzi, ISAC-CNR

Luigi Guerra, Dipartimento di Scienze dell’Educazione «Giovanni Maria Bertin», Università

Giulio Marchesini Reggiani, Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche, Università

Vittorio Marletto, Servizio IdroMeteoClima, ARPA

Enrico Sangiorgi, Dipartimento di Ingegneria dell’Energia Elettrica e dell’Informazione “Guglielmo Marconi”, Università

Leonardo Setti, Dipartimento di Chimica Industriale, Università

Micol Todesco, INGV

Margherita Venturi, Dipartimento di Chimica “G. Ciamician”, Università

Stefano Zamagni, Scuola di Economia, Management e Statistica, Università

Gabriele Zanini, ENEA-Divisione MET

Un Buon modo di tenersi INFORMATI su ciò che succede a BOLOGNA e dintorni è: QuiBologna.tv

 

Recensione a:

Il Mio Continuo Divenire

Complimenti Jacopo

Contatto

 

 

 

 

 

e.mail: roberto@robertocortelli.it

Skype: roberto.cortelli - Youtube

Io Seguo:

ENERGIA PER L'ITALIA

GLI AMICI DI GIO'

Un Altro Mondo di T. Torelli

Food ReLOVution di T. Torelli

Marco Lucisani Blog

Storiadossier

FONDAZIONE GIULIANI

INDEBITAMENTO MONDIALE

SPRECO DI CIBO NEL MONDO

BOYAN SLAT e il suo PROGETTO

We Made it!
Thanks to you and 38,614 other

donors we have successfully

raised $ 2,154,282 in 100 days.

Eventi e news

19.11.2015 Sulla Cronaca di Bologna

Seguimi nella trasmissione televisiva LE CANTINE DI PLATONE, trasmessa sul digitale terrestre al canale 90 da DI-TV. 

L’11 Aprile 2015, Viero NegriPresidente della Round Table Bologna 2013-2014, mi ha invitato ad un evento dove era presente il Geshe Lobsang Tenkyong, (amico carissimo), il quale ha affrontato l’argomento “Felicità e Lavoro, come tenersi in equilibrio e procedere verso il Sé e gli altri”. Buona Vita.

Un AMICO ha scritto...

Un’esperienza che Ti segnalo è:

Dedicato a Noi. Ritorno alla Vita” di Francesco Bardi.

Oltre che essere un AMICO, è una persona che ha deciso di condividere una consapevolezza con la purezza e la semplicità che gli sono compagne in questa nuova vita.

NEVERWINGS

... per Sciare Insieme!

... e non solo!

 

Un AMICO per un giro in eBiking...

eBiking.it
di Giulio Murialdi
Piazza Vittorio Emanuele II
14059 Vesime (AT)
Info-Line: +39 335 7199927

www.ebiking.it
info@ebiking.it

Un posto dove stare bene e mangiare meglio!

Agriturismo Cà Gabrielli

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© ROBERTO CORTELLI - Bologna (ITALIA):

E-mail